fbpx
Image

3 fattori vincenti per attirare l’attenzione degli utenti

Quando si tratta di annunci visualizzati da smartphone, il nostro cervello li elabora molto più velocemente. Il 67% degli utenti impiega solo 0,4 secondi per visualizzare un annuncio sul proprio smartphone e meno di 1 secondo ad elaborarlo. Questi sono i risultati dello studio condotto da Mobile Cognition Research, per il quale sono state utilizzate tecniche di analisi come l’eye-tracking e l’elettroencefalogramma.

Per questo motivo è essenziale catturare l’attenzione dell’utente fin dal primo momento. In passato, il rapporto digitale dei marchi con il pubblico avveniva per lo più da desktop, ma attualmente, più del 90% delle interazioni avviene da smartphone. Le aziende devono quindi adattare la propria comunicazione secondo i comportamenti di “utenti mobile”, la cui attenzione è sempre più limitata. Gli obiettivi, tuttavia, sono chiari: coinvolgere e fidelizzare.

Quali sono gli elementi necessari per attirare l’attenzione?

– Colore. È essenziale incorporarlo nel messaggio perché è la prima cosa che il cervello rileva, tra il decimo e il centesimo millisecondo.

– Semplicità. Ci sono due elementi che devono essere presi in considerazione: l’annuncio pubblicitario e la piattaforma con cui viene presentato all’utente. È stato dimostrato che il modo più efficace per farlo è o mostrare un annuncio complesso in un ambiente pulito, o un semplice annuncio in un ambiente complesso. Queste combinazioni sono quelle che generano più impatto.

– Movimento. Lo studio dimostra che il movimento è in grado di generare più emozioni, ed è per questo che le pubblicità che incorporano video creano una maggiore risposta emotiva rispetto a una pubblicità statica.

Ciò nonostante, la maggior parte dei video non sfrutta appieno il proprio potenziale. I più efficaci devono avere le seguenti caratteristiche:
– Catturare l’attenzione attraverso colorivolti e testi. In questo modo il cervello si concentra più facilmente sul messaggio.
– Contenere sottotitoli. Sono essenziali se si considera che l’85% degli annunci di telefonia mobile sono visualizzati senza audio. I testi evitano che l’utente distolga l’attenzione.

Altri formati che ottengono risultati positivi:

– I cubi 3D, il controllo vocale e la realtà aumentata garantiscono l’attenzione dell’utente fino a 46 secondi. In questo senso, la tecnologia è un alleato per creare esperienze memorabili che abbiano un notevole impatto emotivo.

– La combinazione di un’azione esterna con lo smartphone genera una maggiore predisposizione all’acquisto. Online e offline vanno di pari passo.

– La gamification, e più specificamente i mini-giochi interattivi vengono percepiti molto positivamente dal pubblico e contribuiscono a generare engagement con i brand.

Email Marketing e Mobile

Le tue email ottimizzate per campagne di successo

Vuoi creare un profilo o una pagina social? Vuoi registrarti ad un sito web per ricevere aggiornamenti o magari effettuare un acquisto? Qual è il primo passo? Dovrai necessariamente fornire un indirizzo email attivo… E questo la dice lunga sulla potenza dell’email marketing! Infatti, secondo due differenti ricerche effettuate rispettivamente da Hubspot e IBM, una percentuale compresa tra il 46% e il 49% degli utenti apre l’email da smartphone.

È il caso di dire che il mobile supera il desktop anche per la consultazione della casella di posta!

Il Mobile è ormai da tempo un touchpoint indispensabile per stabilire contatti di valore. Implementare o addirittura basare la propria strategia di comunicazione, tenendo conto delle modalità di fruizione dei consumatori, ormai quasi totalmente mobile, significa partire con uno straordinario vantaggio competitivo in termini di posizionamento sul mercato.

È vero che la tecnologia si muove a una velocità incredibile e non è sempre possibile prevedere cosa verrà adottato in futuro. Ma è chiaro che adottare una strategia che sfrutti la potenza del Mobile e la personalizzazione e integrazione dell’Email, può dare ai brand il vantaggio di cui hanno bisogno per essere sempre all’avanguardia.

Investire nel mobile email marketingI vantaggi

Un’email ben strutturata consente di:

  • inviare comunicazioni informative e/o promozionali più professionali rispetto ad altri canali
  • includere più informazioni contemporaneamente in una sola comunicazione
  • comunicare in maniera diretta aumentando le probabilità di risposta/click su CTA
  • automatizzare le comunicazioni successive in base alle reazioni degli utenti

L’innovazione di ADA non si ferma mai!

Progetta l’email perfetta e conquista l’attenzione dei tuoi clienti

L’ultimo aggiornamento della piattaforma riguarda proprio UpperMail.
Le email e le newsletter realizzate con UpperMail sono progettate specificamente per il Mobile, ma ottimizzate per tutti i device, client di posta e display.

Le novità rilasciate rendono il tool per la creazione, l’invio e la misurazione dei risultati di campagne di Email Marketing ancora più efficace e performante, oltre che completo.

  • EDITOR DI TESTO: maggiore precisione e personalizzazione nella formattazione dei testi e degli elementi che compongono l’email
  • LINK DI APPROFONDIMENTO: per personalizzare e rendere più interattivi gli oggetti “Testo” e/o “Box di testo” con collegamenti automatici
  • NUOVI OGGETTI: “Immagine + Testo”, per arricchire un’immagine con un breve testo descrittivo e “Codice HTML”, per un’esecuzione più rapida delle email
  • AGGIUNGI AL CALENDARIO: per memorizzare automaticamente appuntamenti/inviti
  • CALLs TO ACTION: completa personalizzazione, introduzione nuove CTAs (Email, Chiama, Mappa) e CTAs Multiple
  • PERSONALIZZAZIONE ANTEPRIMA del testo email visualizzato dall’utente direttamente sul client di posta
  • ANALYTICS: perfezionamento dati top Clic

Conquistare l’attenzione dell’utente all’interno della sua casella di posta è una sfida costante, ma assolutamente non impossibile.
Scopri come è semplice con ADA! Un’interfaccia intuitiva, l’editor Drag & Drop e una combinazione unica di tool integrati che ottimizzeranno le tue strategie digitali in un batter d’occhio 

Perché nel 2030 l’esperienza del consumatore dipenderà dall’IA?

Come sarà l’esperienza del cliente tra un decennio? Dipenderà dall’atteggiamento degli utenti, dall’impegno delle aziende e da come si relazioneranno l’uno con l’altro.

Le previsioni indicano che tra 10 anni, il 69% delle decisioni prese dopo l’interazione tra utente e azienda saranno prese da macchine intelligenti. Queste le conclusioni del rapporto Experience 2030: The Future of Customer Experience (di Futurum Research, sponsorizzato da SAS).

COSA PENSANO GLI UTENTI – Secondo i consumatori, come sarà lo scenario economico del 2030? Di cosa sarà capace la tecnologia?

– Il 79% degli utenti si aspetta di indossare indumenti tecnologici per controllare i propri dispositivi. Vestiti eleganti, gioielli o accessori.
– L’80% prevede di utilizzare assistenti virtuali (Alexa, Google Home, Siri…) per fare acquisti online o controllare la propria casa intelligente.
– 8 su 10 immaginano di accettare un prodotto che arriva via drone.
– L’81% si aspetta di interagire con i chatbot.

COSA PENSANO LE AZIENDE – Non sono solo gli utenti ad avere la mente proiettata verso l’Intelligenza Artificiale (AI). Lo stesso vale per le aziende. Nello stesso studio, le aziende consultate ritengono che l’apprendimento automatico, l’analisi predittiva e l’IA saranno molto importanti per la fidelizzazione dei clienti. Dimostrano anche di essere disposte a investire in questo tipo di tecnologia:

Il 62% dei brand sta investendo in assistenti vocali, il 54% in realtà aumentata e virtuale (per mostrare le caratteristiche e l’utilizzo dei loro prodotti) e l’83% prevede di investire nella tecnologia olografica (ci sono aziende che già la utilizzano, come Louis Vuitton, Roland Garros, Nike o Coca Cola).

Perché l’IA sarà così importante?

> Perché fornisce un migliore servizio al cliente
– fornisce risposte accurate ai problemi degli utenti
-ne anticipa le esigenze
– genera valore
– è immediata

>  Perché permette di automatizzare le campagne
– La Marketing Automation permette di progettare campagne molto efficaci, in cui le macchine sono programmate per raccogliere in modo intelligente milioni di dati disponibili, per poi utilizzare tali informazioni per trarre conclusioni che miglioreranno l’efficienza e la redditività delle campagne future.

>Perché favorisce interazioni personalizzate
– Microsoft per esempio, sta studiando come migliorare il rilevamento delle emozioni dei propri clienti da parte delle macchine, sulla base dell’interpretazione del loro tono di voce o delle loro espressioni facciali. L’obiettivo è quello di offrire esperienze più piacevoli, personalizzate ed efficaci attraverso soluzioni tecnologiche.

7 curiosità sull’impatto dello storytelling

L’efficacia dello storytelling è nota a tutti:

1) Attira rapidamente l’attenzione
2) Suscita emozioni
3) Resta impresso nella mente
4) É contagioso e virale
5) Rende l’apprendimento intuitivo, veloce e facile
6) Favorisce l’identificazione e la vicinanza
7) Permette di ricordare e apprendere attraverso esempi.

Quello che vogliamo fare oggi è fornirti dei dati sull’uso dello storytelling che ti sorprenderanno:

– Né la Banca Mondiale, né il Pentagono, né la NASA possono resistere al potere delle storie: da anni queste prestigiose organizzazioni insegnano ai loro team a raccontare storie. E lo stesso vale per aziende come IBM, Microsoft, Google, SAP, Greenpeace, McDonald’s o Deloitte, per citarne solo alcune.

– La rivista Smith Magazine, dedicata alla narrazione in tutte le sue forme (raggruppa le sue storie in categorie come “vita digitale”, “lavoro” o “felicità”). Nella loro proposta, tutti sono invitati a partecipare, ascoltare e contribuire con le proprie storie personali. L’iniziativa “Six-Word Memoirs”, storie semplici raccontate in sei parole, è stata un successo clamoroso.

– La maggior parte delle persone pensa che una storia è buona quando è lunga. Ma non è sempre così. Ricordi il prodotto per la pulizia Mastro Lindo? Nell’annuncio, il personaggio arriva in una casa sporca [approccio e conflitto], pulisce [azione per il cambiamento e risultato] e se ne va. Una narrazione breve e potente, ma d’effetto.

– Anni fa, Coca Cola ha inaugurato a Las Vegas, il World of Coca-Cola, che ospita un vero e proprio teatro dedicato alla narrazione digitale.

– Diverse università in tutto il mondo offrono una formazione volta a comprendere e sfruttare al massimo questo formato: materie, corsi e master (es. IEBS School) dedicati alla padronanza dell’arte della narrazione.

– Dieci anni fa, Volkswagen ha lanciato la campagna “Beetle Stories: A Collection of Stories Lived Together with a Beetle” raccogliendo storie su come l’iconico modello di auto fosse il luogo del primo bacio, di un parto di fortuna o di una notte in viaggio. Il marchio ha così raggiunto uno degli scopi cruciali di ogni narrazione: catturare non solo l’attenzione, ma l’emozione.

– La tattica segreta di Barack Obama? Noto in passato come lo “storyteller-in-chief”, Obama è sempre stato consapevole dell’impatto di un buon racconto. Negli Stati Uniti, sia i democratici che i repubblicani si affidano a terzi per scrivere le storie di vita dei loro candidati.
E non solo.. personaggi famosi come Bono degli U2, Steve Jobs o George Clooney sfruttano questo strumento nei loro discorsi , come un’infallibile arma di seduzione. L’avevi notato?

5 modi per gestire efficacemente i tuoi clienti e instaurare relazioni di valore

La gestione dei dati dei clienti è un’azione strategica molto efficace per stabilire con loro un rapporto basato sull’impegno e la comunicazione. Ti permetterà di conoscere i loro comportamenti e le abitudini e prendere decisioni coerenti.

In questo articolo scoprirai perché è importante segmentare e comunicare con il pubblico, proprio come spieghiamo nel primo step strategico del Convergent Marketing®: studia le tue audience e gestiscine i dati per convertire semplici visitatori in clienti abituali.

1. CRM per avere un relazioni di valore con i tuoi clienti
– L’ALGORITMO di ADA ti permette di gestire i dati dei clienti e ti aiuta a comprenderne i loro comportamenti. Potrai estrarre informazioni preziose e utili per offrire contenuti esperienziali unici per ciascuno di essi. Sarai anche in grado di identificare quali contatti sono più propensi all’acquisto.
– Piccole informazioni per grandi risultati! Trasforma i TUOI CLIENTI POTENZIALI, in clienti abituali. Immagina di ricordare un evento speciale o il compleanno di un cliente, inviandogli una comunicazione con uno sconto per festeggiare insieme la ricorrenza. Lo stupore da parte del cliente è assicurato. Non potrà far altro che consigliare il tuo servizio ai suoi conoscenti!

2. Crea una lista di clienti
– In un file .csv o .xls crea la tua LISTA di utenti, indicandone la fonte di acquisizione, a seconda del canale.
– IMPORTA LA LISTA NEL TUO CRM per segmentare gli utenti in diversi gruppi di contatti e prepararti a comunicare con loro.

3. Assicurati che forniscano il consenso legale
– LA REGOLA PIÙ IMPORTANTE NEL GIOCO della comunicazione digitale è che tutti i tuoi potenziali clienti ti autorizzino a elaborare i propri dati.
– Richiedi il CONSENSO ESPLICITO per poter inviare comunicazioni di marketing, commerciali o promozionali e per effettuare ricerche di mercato.
– CONTROLLA I CONSENSI AL MOMENTO DELL’IMPORTAZIONE DELLA LISTA. I consensi per le attività di marketing e per la profilazione sono essenziali. Con ADA è possibile anche gestire i consensi relativi al trasferimento dei dati a terze parti o il consenso per l’elaborazione di dati sensibili, da richiedere solo se necessario.
– COSA SUCCEDE SE NON RICEVI I CONSENSI? Se non possiedi un esplicito consenso da parte degli utenti, non sei autorizza to a comunicare con loro, come previsto dalla normativa GDPR del 2018, in materia di privacy.
– ADA È 100% CONFORME AL GDPR. La piattaforma dispone di uno strumento interno, che aggiorna nel suo sistema i dati dei clienti nel momento in cui non forniscono i loro dati o preferiscono disabilitare le comunicazioni (cancellazione dalle e-mail).

4. Conferma l’esistenza e la verifica delle e-mail
– REVISIONE DELLE E-MAIL DEI TUOI CONTATTI. Tutti gli indirizzi e-mail presenti nel tuo database devono essere verificati, in maniera automatica, prima di eventuali invii. L’operazione è fondamentale, se non viene effettuata, può compromettere la reputazione e la deliverability delle tue campagne.
– INIZIA IL PROCESSO DI VERIFICA degli indirizzi e-mail dei tuoi contatti. È necessario farlo una volta completata l’importazione dei contatti e prima di procedere con la prima campagna di Email Marketing.
– RIPETERE PERIODICAMENTE QUESTA PROCEDURA, ogni volta che si aggiunge un nuovo gruppo di contatti. Tutto questo, con l’obiettivo di mantenere il tuo DB pulito, sicuro e aggiornato.

5. GRUPPI e SEGMENTI
– CREA GRUPPI NEL DATABASE. Scoprirai che, per migliorare la comunicazione con i tuoi clienti, è necessario ordinarli in gruppi o segmenti.
– EFFICACIA NELLA GESTIONE DEI DATI DEI CLIENTI. Il segreto dell’efficacia della Customer Data Platform è che consente di inviare messaggi personalizzati a ciascuno dei gruppi o segmenti di pubblico, aumentando le possibilità di conversione.
– PROFILAZIONE avanzata
Assegna a ciascun contatto le proprietà e le caratteristiche che desideri per tracciarne un profilo dettagliato. Avrai una visione completa sull’anagrafica, le preferenze ed ogni altro aspetto che ti interessa conoscere.
– SEGMENTAZIONE dei pubblici
Crea gruppi di utenti con caratteristiche omogenee per rendere le tue campagne marketing sempre più performanti, risparmiando tempo e risorse.

Marketing Automation: vantaggi per i team

Vuoi sapere cos’è la Marketing Automation?

In questo articolo capirai perché è fondamentale implementarla per ottimizzare le attività di Sales e Digital Marketing.

La Marketing Automation può aiutarti ad allineare il lavoro dei team Sales e Marketing generando un maggior volume di opportunità. Continua a leggere e scopri come aumentare le vendite, evitare noiosi processi aziendali e ottimizzare gli sforzi.

1. Che cos’è la Marketing Automation nel mondo del marketing digitale?

– La MARKETING AUTOMATION consente di semplificare le attività più ripetitive, affidandole a software che compiono l’azione in modo più accurato, con un margine di errore minimo.

“Tra i processi di Marketing Automation più efficaci, l’invio automatizzato di Email e la configurazione di messaggi inviati dai Chatbot”.

– Perché automatizzare i processi? Per ottimizzare al massimo gli sforzi dei professionisti del Marketing utilizzando il minimo delle risorse, velocizzando il flusso di comunicazione con i clienti e generando un elevato ritorno sull’investimento.

– AUTOMATIZZA TUTTE LE TUE CAMPAGNE! Con ADA puoi scegliere da quale campagna o tool far partire il tuo flusso di lavoro.

2. Perché scegliere la Marketing Automation?

– MAGGIORE EFFICIENZA dei processi e degli obiettivi strategici con conseguente aumento della produttività e delle prestazioni di tutto il team.

– È LA TECNICA PIÙ EFFICACE per accelerare il processo di vendita.

– PROFILAZIONE PIÙ ACCURATA: i lead che hanno interagito con le tue comunicazioni, saranno profilati in base alle risposte fornite in ogni fase del funnel di vendita.

– UNA VISIONE COMPLETA di ciascun lead e utile. Potrai infatti estrarre dati su abitudini e comportamenti che ti aiuteranno a identificare e profilare i lead realmente interessati al prodotto, alimentandone il coinvolgimento con contenuti diversificati. Più il lead è profilato, più efficace sarà la strategia di Marketing Automation.

– FLUSSI DI COMUNICAZIONE PERSONALIZZATI per ogni tipo di cliente e prodotto, migliorando le esperienze di interazione dell’utente con il marchio. Poiché la comunicazione è specifica per ogni segmento, quanto più il messaggio è personalizzato, maggiore sarà la possibilità di convertire.

– TASSI DI CONVERSIONE MIGLIORI: potrai offrire soluzioni personalizzate al momento giusto.

Vuoi automatizzare i processi di marketing della tua attività e aumentare le vendite? Prova ADA!

5 Tecniche efficaci per definire le tue User Personas

In questo articolo spiegheremo in modo approfondito le 5 tecniche più efficaci per definire le tue User Personas e ottenere maggiori opportunità di business, quali elementi prendere in considerazione per identificare è il tuo cliente ideale sui social network, come spiegato nel primo step strategico del Convergent Marketing: studia attentamente il tuo pubblico per capirne le esigenze e proporre soluzioni personalizzate.

Il primo ostacolo che le aziende riscontrano in fase di comunicazione è l’identificazione delle proprie User Personas. Questo accade perché non conoscono bene il proprio pubblico e hanno paura di rivolgersi a un target troppo specifico, a discapito di eventuali potenziali clienti. Questo è un errore. È vero il contrario.
Quanto più si è specifici nella definizione dei dettagli del pubblico, tanto più saranno maggiori le possibilità di generare business.

1. Personalizza la tua User Persona
– Delinea un prototipo di cliente ideale. Assegna un nome, attribuisci una caratteristica che lo contraddistingue, i suoi interessi e le sue ambizioni professionali. Questo è l’unico modo per segmentare in maniera dettagliata il tuo database.

– CREA UN PROFILO COMPLETO. In questo modo saà più semplice individuare il tuo cliente ideale sui social e potrai realizzare campagne sponsorizzate che tengono conto delle caratteristiche e interessi del tuo profilo.
– ESEMPIO: Ruth è ottimista e ambiziosa. È metodica e appassionata del suo lavoro. È estremamente coinvolta nei progetti che la motivano. Non ha paura di gestire un alto volume di lavoro e di immergersi in grandi sfide professionali. Ruth è la CMO di una società SaaS europea di medie dimensioni con sede a Barcellona. È laureata in Marketing digitale, specializzata in Inbound Marketing e Email Marketing, certificata da Hubspot. Ha esperienza in Hubspot CRM, Sharpspring e Active Campaign.

2. Elabora una mappa dell’empatia
– BRAINSTORMING: Identifica e scrivi i tasselli chiave e gli attori principali che compongono il tuo ambiente per avere una visione chiara e completa della tua User Persona. Il Brainstorming è un ottimo modo per identificare meglio la tua Buyer Persona.

– ANALIZZA I SUOI INTERESSI: a quali contenuti accede, quali ideali la motivano, su quali messaggi si sofferma, cosa pensa, cosa sente, quali sono i suoi sogni, le sue frustrazioni, quali canali usa per esprimersi, con chi comunica, quali profili segue, a quali brand è interessata. I dati del profilo utente ti permetteranno di riconoscerne le paure, preoccupazioni, bisogni, abitudini e comportamenti.

3. Identifica il bisogno principale del tuo cliente ideale
– DI COSA HA BISOGNO LA TUA USER PERSONA? Tutte le tue User Personas avranno un’esigenza da risolvere con grande priorità. Qualcosa che impedisce loro di andare avanti per raggiungere il successo. Avrai i mezzi per aiutarle a risolvere i loro bisogni. Sarà necessario scoprire di cosa si tratta e perché. In questo modo, sarà più facile segmentare la tua Buyer Persona e creare un collegamento tra essa e il tuo marchio.

– ESEMPIO: Ruth è alla ricerca di un CRM che le permetta di automatizzare i processi dei team di marketing e di vendita, attraverso contenuti, creazione di Data Base, a un costo annuo inferiore a 600 euro.

4. Inventa una storia sulle preoccupazioni della tua User Persona
– CREARE UNA STORIA FITTIZIA: Spiega quali potrebbero essere le sue principali preoccupazioni, criticità e problemi. Questo ti permetterà di creare situazioni ipotetiche e proporre soluzioni adeguate.

– PERCHÉ UNO STORYTELLING? Crea uno StoryTelling del tuo cliente ideale, per sviluppare con più semplicità una proposta di valore che risolverà tutti i suoi problemi. Si tratta di una tecnica molto efficace per identificare e dettagliare i suoi possibili punti deboli e timori.

Ipotesi 1: il principale timore di Ruth è che il cliente non voglia comunicare con i suoi clienti perché il preventivo è troppo alto. Senza un CRM la qualità e la creatività dei contenuti è molto bassa. Ruth è stressata perché la sua cliente vuole iniziare a ottenere risultati, ma non può negoziare con lei in quanto tutti i CRM le sembrano costosi e deve rientrare in una spesa annua inferiore a 600 euro.

-Ipotesi 2: Ruth deve scegliere un CRM che si adatti alle sue esigenze di comunicazione, che le consenta di raggiungere nuovi lead e convertirli in clienti ricorrenti attraverso campagne di emailing automatizzate. Il CRM deve darle la possibilità di trasformare un potenziale cliente offline in online. E allo stesso tempo deve avere un costo annuo inferiore a 600 euro.

SOLUZIONE: ADA X First eXperience e (Re)Start eXperience

5. Identifica le abitudini e i comportamenti della tua User Persona
-Individuane le abitudini da consumatore digitale per focalizzare la tua campagna di segmentazione e limitare perfettamente tutti i comportamenti che lo caratterizzano come utente sui social network, attraverso lo User Profiling. I social network su cui è maggiormente attivo, il tipo di contenuto convergente ed esperienziale verso cui mostra interesse e i formati che utilizza per accedere ai contenuti. Potrai filtrare la segmentazione e, in caso di sponsorizzate, troverai potenziali clienti affini alle abitudini e comportamenti digitali della tua User Persona.

Vorresti creare azioni personalizzate e far innamorare le tue User Personas?

Prova ADA!

Le 3 tecniche di vendita che dovresti conoscere

Non è sufficiente avere un buon prodotto o servizio per commercializzarlo. È necessario sapersi mettere in contatto con il cliente: per questo motivo le tecniche di vendita sono essenziali per chiudere un processo di acquisto, sia che vengano applicate allo sportello, in una stanza, al telefono o sul web.
Qui ti mostriamo tre strategie specifiche e super efficaci per creare un po’ di “magia” tra te e l’utente.

1. TECNICA FAB

Si tratta di una tecnica molto versatile, dall’inglese Features, Advantages, Benefits
Queste sono le fasi in cui dovrebbe essere utilizzato:
1) In primo luogo, le caratteristiche del prodotto in promozione vengono spiegate in dettaglio al cliente.
2) Poi il venditore sottolinea i vantaggi che otterrà dal prodotto e perchè la proposta in questione sia migliore di altre soluzioni sul mercato.
3) Infine vengono mostrati i vantaggi del suo utilizzo, che coincidono con le esigenze del cliente.
È una formula con una struttura semplice e diretta, che può essere applicata a qualsiasi tipo di persona.

2. TECNICA Raccogliere – rispondere – consegnare – chiudere

Ian Adams ha introdotto questa tecnica di vendita, che guida la comunicazione tra venditore e cliente secondo il seguente schema:
1) Ottenere informazioni. Seguendo la tecnica FAB, il venditore dovrebbe scoprire come l’utente ha usato il prodotto/servizio per l’ultima volta.
2) Rispondere alle informazioni. In questo caso, va sottolineata l’importanza dell’ultima esperienza del cliente con il prodotto/servizio.
3) Fornire informazioni. Si tratta di un passo fondamentale, in cui la vendita è focalizzata su qualcosa che va oltre il prodotto.
4) Fare una richiesta e chiudere la vendita. Il processo si conclude con la richiesta di acquisto.

3. TECNICA FFF

Questa tecnica di vendita è molto semplice e decisa. Dall’inglese, Feel, Felt, Found. è perfetta per il momento in cui il cliente inizia a manifestare obiezioni per non effettuare l’acquisto.
A quel punto, il venditore deve entrare in empatia il più possibile con il cliente. Egli farà appello al riconoscimento dei suoi sentimenti. In particolare, baserà il suo discorso sul fatto che le sue argomentazioni sono valide e che capisce perfettamente come si sente (Feel), spiegherà come gli altri si sono sentiti così prima (Felt), e come hanno trovato nel suo prodotto o servizio una soluzione molto soddisfacente (Found).

Strumenti utili per avviare campagne di Convergent Marketing® che convertono

In questo articolo, spiegheremo come ottenere maggiori conversioni attraverso le Landing Page. Da quelle che sfruttano la tecnologia Google AMP, ad altri modelli di Landing… scoprirai come creare Pagine di Atterraggio efficaci e su misura per i tuoi obiettivi strategici. Ti mostreremo la suite di Landing mobile-friendly di ADA e come utilizzarle per migliorare i tuoi risultati.
Sei pronto? Iniziamo 1. Landing Page AMP, per ridurre i tempi di caricamento

– PERCHÉ LA LANDING AMP? È la Landing Page più personalizzabile, intuitiva e facile da usare. Grazie al drag and drop, potrai arricchire questa “tela bianca” con elementi visivi e CTA, mostrando appieno tutta la tua creatività.
– LANDING AMP CON TECNOLOGIA GOOGLE. Crea una pagina di atterraggio nativa per dispositivi mobile, sfruttando la tecnologia Google. La Landing AMP riesce a soddisfare sia le esigenze dei marketer, che possono partire da una tela bianca per la creazione di contenuti, sia quelle degli utenti, che visualizzeranno la Landing in tempi record da qualsiasi dispositivo.
– RIDUCE I TEMPI DI CARICAMENTO. Velocità di caricamento e template altamente customizzabile sono i due elementi chiave per ottimizzare l’esperienza mobile dei lead e, di conseguenza, aumentare i tassi di conversione

2. Landing Lead, per aumentare le conversioni
– ATTIRA I TUOI LEAD. Per attrarre i tuoi lead e guidarli all’azione desiderata, puoi scegliere fra 3 tipi di Call to Action.
La CTA di tipo “libera”, per consentire all’utente di inviare i propri dati;
La CTA “click to download”, per consentire agli utenti di scaricare un file al rilascio dei dati;
La CTA “click to call back”, specifica per acquisire il numero di telefono del lead, (nel caso in cui richieda informazioni immediate perché è realmente interessato al tuo prodotto).

– OTTIENI RISULTATI CONCRETI. Progetta in pochi passi una Landing Lead 100% mobile-friendly, e trasforma i tuoi lead in clienti. Potrai inserire form tradizionali o stupire i tuoi visitatori, integrando un ChatBot, che acquisirà tutti i dati nel corso di una semplice conversazione. Arricchisci i form con campi personalizzati, che potrai rendere obbligatori all’occorrenza o contrassegnare come sensibili, qualora sia necessario acquisire dati sensibili dell’utente.
È possibile inoltre attivare l’opzione auto-fill, per semplificare la compilazione dei campi, utilizzando le informazioni dei profili social.

– I DATI DEI TUOI CLIENTI AL SICURO. La Landing Lead dà la priorità alle normative GDPR, in quanto è progettata per richiedere agli utenti, solo i dati necessari, in base agli obiettivi di comunicazione. Potrai scegliere quali consensi attivare tra attività di marketing, profilazione, comunicazione a terze parti e trattamento dei dati sensibili.

3. Landing Survey, per sapere cosa interessa ai tuoi contatti
– PROGETTA UNA LANDING SURVEY MOBILE E QUALIFICA I TUOI LEAD. Puoi creare delle Landing, specifiche per creare dei sondaggi, e conoscere meglio i tuoi lead e clienti. Saprai quale tipo di contenuto genera maggiore interesse, al fine di elaborare comunicazioni pertinenti e classificare i contatti (hot, warm e cold leads), in base alle interazioni con i tuoi contenuti.

– DUE TIPOLOGIE DI LANDING SURVEY. Le Landing Survey create con ADA, ti consentono di associare a semplici domande, risposte a scelta multipla (con risposta singola o multipla), con casella di testo, menu a tendina e scala di valutazione. Puoi anche decidere di creare una Survey dinamica, e aggiungere al sondaggio, anche un modulo contatti. La survey dinamica consente di sviluppare percorsi dinamici, differenziando le domande in base alle risposte fornite in precedenza. In questo modo, è possibile valutare le esigenze dei contatti in modo più completo e preciso.

– PREMIA I CONTATTI CHE COMPILANO IL SONDAGGIO. Puoi premiare i contatti che hanno risposto al sondaggio, inviando loro un coupon di sconto personalizzato, che riceveranno automaticamente via SMS. In questo modo, aumenterai le possibilità di fidelizzazione ottenendo allo stesso tempo informazioni più preziose sui tuoi contatti.

4. Landing Page Deal, per creare offerte
– AUMENTA LE VENDITE DA MOBILE. Questa Landing è progettata per creare delle offerte e consentire agli utenti di acquistare un prodotto o servizio, direttamente da smartphone.
Inserisci il numero di prodotti disponibili – che scalerà in automatico ogni volta che un utente acquista – oltre al prezzo del prodotto e la data di inizio e fine della promozione.

5. Landing Booking, per prenotazioni immediate
– OFFERTE PERSONALIZZATE E POSSIBILITÀ DI PRENOTARE. Con un solo click, gli utenti potranno prenotare un prodotto o servizio, o procedere direttamente all’acquisto. Il countdown relativo al periodo in cui la promozione è attiva, è un ulteriore incentivo alla conversione. Potrai anche avvalerti dell’aiuto del ChatBot, per rispondere in tempo reale ad eventuali dubbi del cliente.

6. Landing Social Coupon, per fidelizzare i tuoi clienti
Con la Landing Social Coupon puoi offrire agli utenti dei coupon di sconto per invogliarli ad interagire con il tuo brand. Il codice coupon viene inviato via SMS, dopo che l’utente ha compilato i campi del form. È un modo intelligente per ottenere indirizzi email e numeri di cellulare dei lead, offrendo in cambio di tali informazioni, un regalo o uno sconto sugli acquisti futuri.

7. Landing Promotion, per promuovere contenuti esperienziali
– INTEGRA CONTENUTI E CTA PER PROMUOVERE LA TUA CAMPAGNA.
Fai conoscere il tuo brand integrando nella Landing Promotion, StoryTelling o MovieTelling e presentare i tuoi prodotti/servizi di punta in modo innovativo e coinvolgente. Avrei maggiori possibilità di essere ricontattato, grazie all’ampia gamma di CTA disponibili.

8. Landing MFlyer, per aumentare le vendite dirette
– CREA BROCHURE DIGITALI DEI TUOI PRODOTTI.
Questa soluzione, ti consente di realizzare un volantino virtuale, una sorta di catalogo interattivo, in formato Landing Page e 100% nativo mobile, per spiegare tutte le caratteristiche dei tuoi prodotti e invogliare gli utenti all’acquisto. Puoi aggiungere diversi prodotti al tuo catalogo, mostrare il tuo stock e incorporare un gateway di pagamento Paypal. In questo modo, aumenterai le possibilità di vendita immediata.

9. Landing Donation, PER AVVIARE CAMPAGNE SOLIDALI.
Si tratta di una Landing dal template semplice, specifico per effettuare donazioni. Potrai promuovere iniziative di solidarietà attraverso il passaparola digitale e tenere traccia delle donazioni effettuate con importo, data e ora della donazione. Spunta l’opzione “Condividi”, per rendere virale questa Landing solidale e far sì che più utenti si uniscano alla causa.

Contenuti social che generano conversioni

Vorresti convertire un numero maggiore di lead attraverso i social network, ma non sai da dove iniziare? Con ADA puoi trasformare semplici visitatori in clienti, offrendo loro contenuti selezionati, pertinenti e perfettamente integrati fra loro.

In questo articolo, vedremo come cogliere nuove opportunità attraverso contenuti social dal forte impatto emozionale, che faranno innamorare i tuoi followers.

Come convertire più lead con ADA Social Content
Un tool che semplifica la generazione di contenuti, li seleziona e organizza, aiutandoti a verificare quanto è efficace la tua comunicazione.

– CREA CONTENUTI EMOZIONALI E CONDIVIDILI SUI TUOI CANALI SOCIAL
Crea contenuti emozionali per il tuo piano editoriale, seguendo gli step strategici del Convergent Marketing®. Potrai creare dei post social, arricchendoli con contenuti convergenti creati con ADA, come MovieTellingStoryTelling e ChatBot. In questo modo, otterrai un engagement maggiore, aumentando le possibilità di conversione dei tuoi lead.

https://www.adaoncloud.com/it/wp-content/uploads/sites/7/2020/10/social-content-300x102.jpg 300w, https://www.adaoncloud.com/it/wp-content/uploads/sites/7/2020/10/social-content-768x261.jpg 768w, https://www.adaoncloud.com/it/wp-content/uploads/sites/7/2020/10/social-content-1024x348.jpg 1024w" sizes="(max-width: 2551px) 100vw, 2551px" style="box-sizing: border-box; border: 0px; vertical-align: top; margin: 0px; padding: 0px; font: inherit; max-width: 100%; height: auto; display: block;">


– REALIZZA POST CON IL TOOL ADA SOCIAL CONTENT

Puoi realizzare nuovi post dal tool Social Content di ADA. I post salvati saranno sempre disponibili nella sezione Archivio – Social Content. Tra i vantaggi di questo tool, la possibilità di riprodurre i formati slideshow e carousel di Facebook.

https://www.adaoncloud.com/it/wp-content/uploads/sites/7/2020/10/social-content-2-300x137.jpg 300w, https://www.adaoncloud.com/it/wp-content/uploads/sites/7/2020/10/social-content-2-768x350.jpg 768w, https://www.adaoncloud.com/it/wp-content/uploads/sites/7/2020/10/social-content-2-1024x467.jpg 1024w" sizes="(max-width: 2552px) 100vw, 2552px" style="box-sizing: border-box; border: 0px; vertical-align: top; margin: 0px; padding: 0px; font: inherit; max-width: 100%; height: auto; display: block;">


– RICERCA CONTENUTI

Ricerca contenuti in linea con il tuo brand, il tuo settore e i tuoi obiettivi, utilizzando il motore semantico che alimenta il tool Social Content.
Ti basterà inserire delle parole chiave e avviare la ricerca. Potrai anche escludere le parole che desideri escludere. Questa azione ti permetterà di selezionare i contenuti più pertinenti per il tuo target e i tuoi obiettivi strategici.

https://www.adaoncloud.com/it/wp-content/uploads/sites/7/2020/10/social-content-3-300x148.jpg 300w, https://www.adaoncloud.com/it/wp-content/uploads/sites/7/2020/10/social-content-3-768x379.jpg 768w, https://www.adaoncloud.com/it/wp-content/uploads/sites/7/2020/10/social-content-3-1024x506.jpg 1024w" sizes="(max-width: 2536px) 100vw, 2536px" style="box-sizing: border-box; border: 0px; vertical-align: top; margin: 0px; padding: 0px; font: inherit; max-width: 100%; height: auto; display: block;">


– OTTIENI UN PIANO DI CONTENUTI PERSONALIZZATO CON ADA

Definisci e pianifica tutti i tuoi contenuti. Dashboard dedicate ti consentiranno di monitorare l’andamento delle tue comunicazioni. Saprai quali post funzionano meglio, potrai verificare il trend di pubblicazione, il numero di commenti e likes ottenuti, il valore del sentiment e le emozioni generate sul tuo pubblico.

https://www.adaoncloud.com/it/wp-content/uploads/sites/7/2020/10/social-content-4-300x116.jpg 300w, https://www.adaoncloud.com/it/wp-content/uploads/sites/7/2020/10/social-content-4-768x296.jpg 768w, https://www.adaoncloud.com/it/wp-content/uploads/sites/7/2020/10/social-content-4-1024x395.jpg 1024w" sizes="(max-width: 2542px) 100vw, 2542px" style="box-sizing: border-box; border: 0px; vertical-align: top; margin: 0px; padding: 0px; font: inherit; max-width: 100%; height: auto; display: block;">


– CONTENUTI SOCIAL RILEVANTI

Potrai inoltre visualizzare quali hanno avuto un impatto positivo, negativo o neutro e, in base all’interesse del tuo pubblico, decidere di creare un contenuto specifico che risvegli davvero l’attenzione. A questo punto, potrai programmare i post più interessanti e, allo stesso tempo, archiviare quelli che potrebbero essere utili per un altro arco temporale. E non solo… con ADA Social Content è possibile inviare l’intero piano editoriale al responsabile di reparto, per fornire, prima della pubblicazione, un riepilogo (che potrà essere approvato o modificato) dei contenuti programmati.

I 7 step strategici del Convergent Marketing®

Il Convergent Marketing® è un modello operativo che sfrutta in modo integrato il Mobile, i Social e l’Intelligenza Artificiale.
Alla base del Convergent Marketing® c’è l’interconnessione tra contenuti creati nativamente per il mobile e distribuiti in ottica multicanale per offrire all’utente esperienze di contatto personalizzate ed interattive, senza soluzione di continuità. Per raggiungere questo obiettivo il Convergent Marketing® sfrutta in modo integrato il Mobile, i Social e l’Intelligenza Artificiale.

I 7 step strategici del CONVERGENT MARKETING® massimizzano le prestazioni delle campagne di marketing realizzate con ADA, ed è proprio grazie a questo binomio vincente – metodologia e tecnologia – che abbiamo ricevuto l’ambita Honorable Mention di Gartner, di cui andiamo particolarmente fieri.

Bene, che ne dici di entrare più nel dettaglio? 1. Studia il tuo pubblico – CUSTOMER DATA MANAGEMENT
Il primo passo prima di creare una campagna in ADA è la gestione dei dati per identificare e segmentare il proprio pubblico.
Scopri comportamenti, gusti ed esigenze per strutturare e differenziare ogni comunicazione in base alle informazioni raccolte, e nel pieno rispetto del GDPR.

2. Distinguiti con esperienze uniche – CONTENT EXPERIENCE
Realizza contenuti mobile-friendly, emozionali e convergenti: da un video, a un documento interattivo, a un assistente virtuale…
Il segreto non è solamente catturare l’attenzione degli utenti, ma coinvolgerli al punto di farli sentire parte della storia.

3. Attira l’attenzione – LEAD GENERATION
Definisci e pianifica campagne di marketing finalizzate all’acquisizione di contatti qualificati.
In questo modo, sarai in grado di rendere le tue azioni delle vere e proprie esperienze di contatto personalizzate.

4. Monitora i dati – ANALYTICS & LEAD SCORING
Presta attenzione ad ogni comportamento e grado di interazione per qualificare i tuoi lead. Con ADA puoi utilizzare strumenti di analisi capaci di tradurre dati complessi in KPIs facili da leggere e monitorare in tempo reale i risultati delle tue iniziative di marketing.

5. Alimenta le relazioni – LEAD NURTURING
Comunicare al momento giusto, con messaggi definiti in precedenza per i clienti realmente interessati a saperne di più, è la combinazione perfetta per fidelizzarli e creare rapporti duraturi. Mantieni sempre viva l’attenzione dei tuoi contatti con attività di nutrimento costante che prevedono l’invio di contenuti interconnessi fra loro.

6. Automatizza i processi – MARKETING AUTOMATION
Con ADA puoi realizzare e pianificare workflow di Marketing Automation risparmiando tempo e risorse e contemporaneamente migliorando l’esperienza utente.

7. Conversa con le persone – CONVERSATIONAL FLOWS
Essere sempre disponibili e pronti a risolvere i quesiti degli utenti è decisamente un valore aggiunto. Quale modo migliore se non attraverso un assistente virtuale?
Istruisci il tuo smart assistant, in modo che costruisca un legame empatico con gli utenti, e li guidi verso la decisione giusta.
Un modo innovativo di instaurare relazioni e convertire i potenziali clienti in clienti ricorrenti attraverso l’Intelligenza Artificiale.

Privacy e Cookie Policy

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, Orange Comunications srl P.I. 02738930425, titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso. Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies su https:/www.orangecommuniction.it/cookies-privacy